domenica 6 maggio 2012

Colorazione digitale

Allora prima di passare al tutorial una piccola spiegazione su come di solito io coloro.
Per colorare uso quasi sempre Paint Tool Sai, con photoshop metto qualche ritocco finale e gli effetti, quindi questo tutorial sarà sulla colorazione digitale con Paint Tool Sai. Questo però non vuol dire che se non usate questo programma il tutorial non serve. Basterà trovare, nel programma che voi usate uno strumento che colori come un pennello normale ed uno che sfumi il colore.
E' mia abitudine suddividere il lavoro in cartelle, una cartella per la pelle, una per i capelli, una per i vestiti, ecc..., in questo modo mi è più facile portare delle correzioni.
Ogni cartella dentro ha 4 livelli, uno di colore base, due di ombre ed uno di luci.
La lineart in Paint Tool Sai sarà sempre in cima a tutti i livelli, quelli di colorazione quindi resteranno sempre in fondo a quest'ultimo.
La regola di paint tool sai è che il livello che sta sopra copre sempre quello sotto.
Detto questo, possiamo iniziare il nostro tutorial!
Buona visione ragazzi!!! (^o^)/


Apriamo il nostro disegno ormai sistemato con photoshop con il programma paint tool sai.
Abbiamo detto che i livelli dei colori saranno sotto la lineart.
Come noterete, paint tool sai, il livello non lo fa vedere trasparente ma bianco, però con questo esempio vi ho mostrato che è comunque trasparente. Paint Tool sai le trasparenze le fa vedere bianche, quindi potete stare tranquilli. Andiamo avanti


Creo la cartella della pelle ed inizio con il livello di colore base.
stendo il colore per tutto il corpo facendo attenzione a non sbordare sullo sfondo. Mentre non porto attenzione se il colore mi va sui capelli perchè tanto il livello dei capelli andrà sopra quello della pelle e quindi lo coprirà. Come detto prima, il livello che sta sopra copre quello che sta sotto.


Finita la base creiamo un nuovo livello che sarà la prima ombra.
Definisco le ombre con lo strumento pen. Come vedete dalla foto sono molto nette, ma non preoccupatevi troppo. Posizionate le ombre su tutto il disegno.




Per sfumarle useremo lo strumento Blur. 
Vedete che bell'effetto che crea?
Continuate in questo modo per tutto il resto del disegno^^






Terminato il primo strato di ombre poi passate al secondo e sfumate sempre la Pen con lo strumento Blur.
Nell'immagine di fianco potete notare il secondo strato di ombre.






Per ultime le luci.
Le stendo sul disegno sempre con la pen e sfumo con il blur.
Questa è la tecnica che uso per tutto il disegno.
Usatela per fare tutto il resto del lavoro.




Ecco i capelli eseguiti sempre con lo stesso metodo.
Un livello di colore base e due di ombre.








Per fare i punti luce sui capelli però non uso lo strumento blur, ma lo strumento airbrush.
Uso questo strumento semplicemente perchè mi piace di più l'effetto, ma se voi preferite l'altro metodo potete utilizzarlo tranquillamente, è solo questione di gusti, provate e vedete quello che più vi piace.


Per il vestito sempre la stessa tecnica usata per la pelle.










Lo stesso per gli occhi. Con l'unica differenza che nella base ci sono due colori, come vedete dall'immagine.
Ho definito anche la base per le labbra.
Colori base.




Primo livello di ombra.










Secondo livello di ombra.










Ora guardate bene. Per i punti luce negli occhi ho creato un nuovo livello. Ma invece di inserirlo nella cartella degli occhi, questo livello l'ho posizionato in cima a tutti. Anche sopra la lineart.
Questa cosa l'ho fatta perchè voglio che i punti luce mi coprano anche un po' di lineart degli occhi. Infatti se vedete bene l'immagine, i punti luce degli occhi hanno cancellato dei pezzetti di lineart.
Anche questa è semplicemente una questione di gusto, il riflesso in questo modo mi da un senso maggiore di empatia, poi comunque è sempre questione di gusti personali^^
Finito con paint tool sai di colorare il mio personaggio, salvo il lavoro e torno su Photoshop per dedicarmi allo sfondo. Lo sfondo ovviamente sarà posizionato sotto a tutti i livelli così non devo preoccuparmi di fare attenzione a non invadere con il colore il personaggio.




Aggiungo qualche dettaglio.
Nella foto potete vedere le goccioline sulle gambe, ed abbiamo finito!






Ed ecco qui il risultato finale!!!
Anche questo tutorial è finito. Spero vi sia piaciuto e che sia stato tutto chiaro.
Spero vi possa tornare utile per colorare!!
Ci vediamo al prossimo tutorial!
Ciao ragazzi!!! (^o^)

Preparazione Lineart

Ciao ragazzi, oggi vi mostrerò come preparare al meglio una lineart di un disegno creato tradizionalmente, non digitalmente per intenderci, per poterlo colorare poi al pc.
Mi raccomando vi voglio ben attenti ^^
Siete pronti?
Iniziamo!!!!! (^o^)/

Allora per prima cosa dopo aver scansionato il disegno, io di solito faccio a 300 dpi a colori, apriamolo con photoshop. Come noterete dalla finestra dei livelli la traccia a matita è collegata al foglio bianco e in questo modo per noi sarebbe impossibile colorare tranquillamente dovremmo fare attenzione ai bordi. Con i seguenti passaggi andremo ad ottenere una lineart separata dal foglio, qiundi con fondo trasparente.

Ora puliamo il disegno da tutti quei peletti di polvere che purtroppo troviamo nello scanner e qualche alone a matita. Per semplificare questa operazione andiamo su Immagine -> regolazioni -> luminosità e contrasto.
In questo modo andremo a schiarire il disegno così le imperfezioni più leggere spariranno, ma la traccia del disegno no.


Di solito io gli do una luminosità di 50 e come potete vedere dall'immagine sulla sinistra le imperfezioni ed il foglio diventano bianchi, ma la lineart è ancora ben visibile.
Ora il prossimo passaggio sarà quello di far tornare la lineart completamente nera.


Andiamo di nuovo su Immagine -> regolazione -> Livelli






Spostiamo la frecciolina centrale grigia verso destra fino ad ottenere nella casella che vedete evidenziata in blu il numero 0,10.
In questo modo avremo di nuovo una lineart nera, ma senza tutti quei peletti di polvere e senza più aloni di matita^^
A questo punto qualche piccola macchiolina ci sarà, ma basta armarsi di pennello con colore bianco e le sistemiamo. Mi raccomando i ritocchi vanno fatti con il pennello bianco e non con la gomma altrimenti cancellerete anche il foglio bianco. A noi serve che il foglio rimanga bianco per poter alla fine prendere solo la lineart nera. Quindi ricordate...PENNELLO con colore bianco.

Dopo aver pulito aprite un nuovo livello che come potete vedere sarà trasparente.





A questo punto andate su Finestra -> Canali
Nel prossimo passaggio attenti a seguire bene le operazioni





Avendo davanti agli occhi sia la finestra dei livelli che dei canali fate così:
selezionate nella finestra dei livelli il livello con il disegno, chiamato in questo caso Lineart, poi tenete premuto sulla trastiera il tasto CTRL dopodichè, mi raccomando il tasto sempre premuto, cliccate con il tasto sinitro del mouse sulla scritta RGB nella finestra dei canali.
Ricordate CTRL+tasto sinistro del mouse nella finestra canali RGB.
Se avete cliccato nel modo giusto vi si selezionerà tutto il disegno da solo come nell'immagine. Praticamente ora il computer ha selezionato da solo tutti gli spazi bianchi del foglio lasciando isolata solo la lineart. Da qui è tutto facilissimo e manca poco alla fine.

Andate su Selezione -> inversa
 in questo modo ora abbiamo selezionato la nostra lineart.
Nella finestra dei livelli selezionate il livello trasparente che dovrebbe essere in cima a tutto.



Ora prendete il secchiello, come colore prendete il nero e cliccate sul foglio di lavoro.
Et voilà! il gioco è fatto. Ora deselezionate il tutto ed avrete finalmente ottenuto la vostra lineart bella definita su fondo trasparente.
Il livello vecchio in cui c'era il foglio bianco con la lineart potete cancellarlo se volete.


Questo è il risultato finale
Questo è tutto. Magari può sembrare difficile e che richieda tempo, ma in realtà si fa subito a fare questi passaggi e sono davvero semplici.
Questo è il metodo che io uso per ottenere una lineart con fondo trasparente. 
Se avete disegnato direttamente al pc non avrete questi problemi^^
Spero che come tutorial vi sarà utile e che vi sia piaciuto.
Ci rivedremo molto presto con un nuovo tutorial^^
Ciao ragazzi!!

sabato 28 aprile 2012

MY WORKS

-2010 Realizza sito per un azienda di decorazioni per feste
-2010 Realizza sito per un agenzia grafica

-2011 Crea marchio per Pogona-land
-2011 Realizza illustrazioni per commissioni

-2012 Crea marchio per Reptyfood
-2012 Crea biglietti da visita per Reptyfood
-2012 Realizza disegni per il browsergame gratuito "Lady Famed"
-2012 Pubblica un'illustrazione sul primo numero (N°0) della rivista online "Doraetos Manga"
-2012 Vince il premio "dea della fortuna" di Doraetos Manga
-2012 Pubblica un'illustrazione sulla rivista "Sexy & Chaotic 2012" edita da Edizioni Arcadia

-2013 Espone alla mostra SPAZIO 013 … COMICS X NEXT GENERATION
-2013 Pubblica un'illustrazione sulla rivista "Enchanting 2013" edita da Edizioni Arcadia
-2013 Realizza illustrazioni per commissioni 

_______________________________________________________________________

-2010 Creates site for a company of decorations for parties
-2010 Creates site for a graphic design agency

 
-2011 Creates brand for Pogona-land
-2011 Creates illustrations for commissions


-2012 Creates brand for Reptyfood
-2012 Creates business cards for Reptyfood
-2012 Creates designs for the free browser game "Lady Famed"
-2012 Publish an illustration in the first issue (No. 0) of the online magazine "Doraetos Manga"
-2012 Wins the "goddess of fortune" to Doraetos Manga
-2012 Publish an illustration in the magazine "Sexy & Chaotic 2012" published by Edizioni Arcadia


-2013 exhibited at the exhibition SPACE 013… COMICS X NEXT GENERATION
-2013 Publish an illustration in the magazine "Enchanting 2013" published by Edizioni Arcadia
-2013 Creates illustration for commissions

lunedì 23 aprile 2012




Monica Rongione, nel web "simca88", nata il 14 Luglio del 1988 a Roma.

La prima animazione in assoluto che mi ha introdotta in questo mondo è stata L’ultimo Unicorno, film che da piccolina ho visto a ripetizione per circa due anni, mi aveva stregato XD.
Partendo da questo  ho scoperto poi i classici della Disney, passando infine agli anime con i quali sono cresciuta. 
Nel 1996 verso la terza elementare ho iniziato ad interessarmi ai fumetti dopo aver comperato il mio primo volumetto di ranma ½ e iniziando così a disegnare con lo stile di Rumiko Takahashi.
All'età di 11 anni, da Roma, mi trasferisco con la mia famiglia a Monterotondo. Piccolo paesino a nord di Roma.
Da qui in poi, grazie all’ausilio di internet, ho iniziato a documentarmi sempre più sul mondo dei manga, scoprendo così molti nuovi autori e cimentandomi nella sperimentazione di vari stili e generi di fumetto giapponese.
Nel 2002 entro al liceo grafico di Monterotondo, il Marco Polo, per migliorare le mie abilità tecniche, conseguendo il diploma nel 2007.
Sono sempre stata autodidatta per quanto riguarda il mondo dei manga, però ho avuto anche modo di frequentare dei piccoli corsi per specializzare e affinare la tecnica manga negli ultimi anni.
Attualmente ho pubblicato due illustrazioni su due riviste edite da edizioni Arcadia ed ho collaborato ad un capitolo di una storia con la casa editrice Manicomix.
____________________________________________________________________

Monica Rongione, known on the web "simca88", born 14 July 1988 in Rome.
The first animation that has brought me into this world was The Last Unicorn.
Based on this, I later discovered the Disney classics, finally passing to Japanese cartoons with which I grew up.
In 1996, in the third grade I became interested in the comics after buying the comic ranma ½ and so begin to draw in the style of Rumiko Takahashi.
At age 11, from Rome, I moved with my family in Monterotondo. Small town north of Rome.
From here on, thanks to the help of the internet, I began reading more and more about the world of manga, discovering many new authors and venturing in experimenting with various styles and genres of Japanese comics.
In 2002, within the school graphic Monterotondo, Marco Polo, to improve my technical skills, graduating in 2007.
I've always been self-taught with regard to the world of manga, but I have also had the opportunity to attend short courses to specialize and refine the technique manga in recent years.
Currently I have two illustrations published two editions of magazines published by Arcadia edizioni and I collaborated on a chapter of a story with the publisher Manicomix.

giovedì 19 aprile 2012

Recensione materiali da disegno

Ciaooooooooooooooooooooo!!!!!
Ragazzi come va? Vi sono mancata? ^o^
Oggi volevo tanto aggiornare il blog, però non sapevo cosa scrivere, così ho pensato..."mi chiedono molto spesso che materiali utilizzo per creare i miei lavori...potrei fare una recensione! Vabbè proviamo!"
Così eccomi qui, vi mostrerò tutto quello che uso e vi dico il perchè uso questi materiali mano a mano che ve li mostro.^^

Iniziamo dalla carta!
Uso i fogli della maxon grandezza B4 con tachikiri.
Mi piacciono davvero molto. Prima usavo quelli della Deleter, ma sinceramente preferisco i Maxon per quanto riguarda la matita. I Maxon secondo me tengono molto meglio la grafite rispetto ai Deleter, non mi danno problemi e se per sbaglio passo la mano sul disegno non si crea l'alone grigio.
Mentre per quanto riguarda la china, ancora non ho trovato un tipo di carta che mi soddisfi. La Deleter e la Maxon non sono male, tengono abbastanza bene, però non mi convincono al 100%. Proverò la IC quando ne avrò l'occasione, ma per il momento vado avanti con la Maxon.

La mina azzurra.
Dopo la carta, parliamo della mina azzurra. La uso per creare lo schizzo che poi diventerà il disegno definitivo. Con questa mina creo di tutto e di più, pastrocchio davvero molto in questa fase perchè mi piace molto sperimentare, tanto con questa mina non si vede nulla e si cancella benissimo^^ Sono in formato 0,5 mm e le uso con una comunissima matita a mine 0,5mm.

La matita a mine 0,5 mm.
Ormai sono più di 14 anni che ho abbandonato la matita tradizionale per quella a mina, non c'è davvero paragone. Sono nettamente migliori.
All'inizio ne ho provate tantissime per trovare quella giusta e questa che vedete nella foto ha la bellezza di 7 anni. Da quando l'ho trovata non la mollo più. Ha il bilanciamento perfetto per la mia mano. Sembra una cavolata a dirlo, ma davvero ragazzi, provatene tante e con pesi diversi e quando troverete quella per la vostra mano lo capirete subito. Della serie "una matita è per sempre" altro che diamanti!!! Ah!Ah!Ah!
Come mine uso le 2b perchè ho un tratto molto leggero e con le altre non si vede mai nulla, quindi se voglio vedere qualcosa quando disegno devo usare mine molto morbide come 2b o 4b. >///<

Le gomme da cancellare.
Uso molte gomme come potete vedere dalla foto.
C'è la mono non dust che la uso praticamente per tutto, per cancellare la mina azzurra e per cancellare la mina normale. La gomma pane la uso per scolorire alcuni tratti che magari sono venuti un po' tremolanti e quindi una volta cancellati li rifaccio per bene, mentre la gomma nera che vedete è la Bokujuu. La bokujuu è usata per l'inchiostro. Vi spiego meglio. Quando avete finito di inchiostrare una tavola, invece di cancellare la matita sottostante con una gomma normale che andrebbe a scolorire, per forza di cose, l'inchiostro, usate la bokujuu. Non ho capito come fa, comunque cancella benissimo la matita sottostante senza intaccare l'inchiostro. Provare per credere!!!

Questa invece è la Mono ma in stick.
Cancella benissimo come la gomma tradizionale Mono, ma essendo in stick permette di fare piccole rifiniture senza dover cancellare anche quello che sta intorno alla zona desirata. Io la uso principalmente quando faccio i capelli, così ogni volta non mi cancella tutti i ciuffi^^

I pennini.
Uso principalmente i due pennini più comuni, il G-pen e il maru-pen.
il maru-pen è della Tachikawa, mentre il G-pen è della Nikko.
Vorrei provare anche il Saji se lo trovo.
Comunque, il G-pen lo uso per fare i contorni, le linee cinetiche e le linee più spesse in generale. Onestamente però credo che cambierò la marca, perchè non mi trovo molto bene con la Nikko, è troppo morbido per la mia mano. Il maru-pen invece lo uso praticamente per tutto il resto del disegno. All'inizio anche di questo usavo la Nikko, ma appunto mi trovavo male perchè troppo morbida, quindi ho provato la Tachikawa e mi ci trovo molto bene. Appena posso provo anche la Zebra^^

Gli inchiostri.
Allora il primo che vedete, partendo da sinistra, è il Bokujuu della Kuretake. E' molto buono, mediamente fluido e resistente all'alcool. Non regge molto bene il passaggio della gomma, infatti si scolorisce molto facilmente se ci cancellate sopra. Questo inchiostro lo uso più per le illustrazioni che per le tavole, perchè dato che si scolorisce, per le tavole non è buono. Invece lo uso per le illustrazioni perchè anche se si scolorisce dopo che ci passo i copic il nero si ravviva quindi io consiglio di usarlo per i disegni colorati. Non mi piace invece se usato con il pennello, fa davvero schifo. Provare per ceredere!!!!
La boccetta al centro è il nero della Maxon, il comic twin. Questo inchiostro mi piace davvero molto! Regge molto bene il passaggio della gomma ed è di un nero molto acceso. Questo inchiostro lo consiglio per le tavole. Lo uso anche per riempire spazi ampi di nero con il pennello. Questo con il pennello si stende molto bene, quindi lo potete usare tranquillamente^^
L'ultimo invece è il bianco della maxon. Io lo uso per dare tocchi di bianco e per correggere. Con il pennino non si può usare perchè è denso tipo come la colla vinavil, quindi se lo dovete usare, lo dovete stendere con un pennellino.

I pigment liner.
la mia ancora di salvezza quando finisco le punte per i pennini e devo finire di inchiostrare. Ovviamente non sono per nulla paragonabili ai pennini. Il nero di questi strumenti, paragonato agli inchiostri è praticamente grigio, non c'è paragone. Meglio gli inchiostri.
Però come detto, salvano la vita nei momenti disperati e sono il primo passo per imparare ad inchiostrare quando non si è pratici di pennini.
Li uso per fare delle linee tecniche che sono sicura di non riuscire a fare con il pennino tradizionale.


Le fudepen.
Uso sia quelle con punta simil pennello che quelle con la punta in feltro rigida.
Uso le fudepen della pentel e della kuretake. Ho provato anche quella della maxon però l'inchiostro non era nero, ma tendente al grigio.
Sono due a punta grande, una a punta fina ed una a doppia punta.
Le uso per fare piccole campiture di nero, per gli spazi grandi, come detto  prima, mi armo di pennello e boccetta di inchiostro.^^
Sono degli strumenti molto professionali, difficili da usare, ma fanastici.
In questa foto potete vedere le varie punte di tutte le penne.
Se vi capita ragazzi provatele, sono davvero fantastiche.
Però vi ripeto, mi raccomando attenzione quando le usate perchè sono davvero difficili da usare.



I pantoni.
I pantoni sono simili ai copic, non permettono la loro stessa sfumatura, ma se si sa come usarli, sono fantastici anche loro.
Non avendo tutte le colorazioni possibili dei copic, i colori mancanti li rimpiazzo con i pantoni, dato che ne ho una vasta gamma perchè li ho dovuti comperare per quando andavo alle superiori.

I copic.
Solo dicendo copic ho già detto tutto.
Ragazzi che colori!!!
Fino a qualche annetto fa per me questi colori erano sconosciuti. Ero anche molto scettica perchè non credevo che un pennarello si potesse sfumare così. Leggevo sempre molti articoli dove dicevano che si possono miscelare, creare delle sfumature davvero molto belle.Così appena ne ho avuto l'occasione ho detto "proviamo" ma vi giuro che ero totalmente scettica, li paragonavo ai pantoni. 
Una volta provati rimasi senza parole!!!! Ragazzi che colori!!! Incredibili!!! Una morbidezza della punta indescrivibile che permette davvero di creare cose impossibili se si pensa che sono comunque pennarelli.
I copic mi hanno davvero cambiato la vita.
Questa è una di quelle cose che dovete assolutamente prendere. I copic ciao non durano molto, quindi se dovete comperarli, spendete un po più di soldini e prendete i sketch, durano di più.

Oggetti extra.
Questi sono piccoli oggetti extra che uso per completare le illustrazioni, scopino a parte.
Allora, lo scopino in piume d'oca. Servirebbe per togliere i residui di gomma dal foglio, ma se devo essere sincera...sta li per puro piacere personale. Lo uso per andare a rompere le scatole ai miei genitori e fargli il solletico. Quindi diciamo che non lo uso proprio per disegnare XD
Mentre la penna in gel argentata la uso per fare qualche decorazione sui disegni, giusto per dargli quel tocco personale in più. L'uniposca bianco invece lo uso per dare i bianchi. Invece di usare l'inchiostro bianco a volte uso l'uniposca, è più pratico e faccio prima.^^

Allora, questo è tutto quello che io utilizzo per disegnare. Spero con questo post di aver esaudito la richiesta di molti lettori riguardo ai materiali.
Ci rivediamo presto con delle piccole cosuccie nuove sempre richieste da voi lettori, spero che saranno di vostro gradimento.
Ciao ragazzi!!!!!! \(^o^)/
Bacio fotonico >.<